F. Sandro FLORIANI Site Design & Development 
 
Scrivimi/Write Me 

Macchi MB-308 I-AIAY

Il Macchi MB-308 è l'aereo da turismo ad ala alta acquistato di seconda mano nel 1950 da mio padre, in società con l'amico Ing. Peretti, per £ 600.000 dall'Aeroclub di Trento, poi venduto nel luglio del 1953 all'Aeroclub di Bolzano. Le carenature alle ruote del carrello triciclo sono un'aggiunta successiva per aumentarne la velocità.

L'aereo porta le lamentose marche I-AIAY che il socio, fervente interista, voleva fa cambiare in I-NTER: la mia fiera opposizione di allora fervente milanista evitò tale sciagura.

Il 10 sulla fusoliera è il numero di gara al Giro di Lombardia del 1951 (in basso lo schieramento dei velivoli concorrenti), in cui si classificò 3°. Nel velivolo a motore avviato, Peretti ai comandi mentre mio papà si soffia il naso.

Con zio Giacomo davanti al decrepito hangar dell'Aeroclub Milano a Linate, allora non ancora aeroscalo a traffico commerciale come in seguito (con conseguente trasferimento dell'Aeroclub a Bresso).

    
Sotto: il mio battesimo dell'aria (primo volo) all'età di 7 anni a bordo di un Piper Cub (biposto in tandem residuato bellico dell'USAAF), mia mamma appoggiata a un Breda Ba.42, la coda del nostro MB.308.

    
Sotto, un opuscolo propagandistico dell'Aero Club Milano con in copertina lo I-AIAY in primo piano, e contenente anche una mappa dell'aeroporto:
:
  

↑↑↑ Inizio Pagina ↑↑↑