F. Sandro FLORIANI Site Design & Development 
 
Scrivimi/Write Me 

Documenti del 1943

In tempo di guerra, i viveri e altri beni di consumo erano razionati e disponibili solo mediante una carta o tessera annonaria individuale.

All'atto di un acquisto, il commerciante doveva staccare dalla carta i bollini relativi alla razione consegnata. Chi terminasse i bollini non aveva altra risorsa che rivolgersi al mercato nero, una organizzazione sempre presente ovunque e quandunque un governo imponga misure restrittive ai consumi.

Sopra, una carta annonaria rilasciata a mia madre nella sua qualità di donna di 15 anni e oltre,in cui i bollini espressi in lettere, numeri arabi e numeri romani si riferiscono a tipologie diverse di beni di consumo.

La gravidanza e la successiva nascita di un figlio davano diritto ad alcuni benefici supplementari, che consentivano di ottenere:

  • Un corredo per il nascituro
  • Sapone neutro per neonati
  • Supplementi alla razione di zucchero

La prima e quindi più importante avvertenza sulla tessera per lo zucchero intima la restituzione della tessera in caso di morte del bambino - ciò è significativamente indicativo dell'elevata:

  • Mortalità infantile
  • Scarsità di zucchero

Essere sposata a un militare dava luogo a ulterìori provvidenze governative:

  • Un'indennità diaria di £ 8
  • Un'indennità diaria di £ 3 per ogni figlio

quindi £ 165 da riscuotere ogni 15 giorni.

  

        

↑↑↑ Inizio Pagina ↑↑↑